Psicodiagnostica

L’attività di diagnosi psicologica e psicopatologica si realizza attraverso l’utilizzo del colloquio clinico, di questionari e batterie testali specifiche. Un corretto inquadramento diagnostico permette di mettere a fuoco le difficoltà e le risorse della persona e fornisce indicazioni sui possibili trattamenti utili alla risoluzione della problematica riscontrata nel corso della valutazione diagnostica.

Alcuni esempi di domande a cui è possibile rispondere con una valutazione psicodiagnostica sono il profilo di personalità, il livello di sofferenza soggettivo e la severità sintomatologica (per esempio di sintomi ansiosi, dei vissuti depressivi, dei comportamenti compulsivi e così via), il livello di funzionamento cognitivo, l’idoneità a svolgere alcune mansioni lavorative specifiche.